Incontrarci

La clausura papale era stata imposta a tutte le donne consacrate a partire dal XIII secolo, senza distinzione per benedettine, francescane, carmelitane, domenicane e altre spiritualità religiose. Essa implica che la dispensa per uscire dal monastero è sotto diretta responsabilità della santa sede. Ancora oggi sono molti i monasteri che vivono secondo questo tipo di clausura.
In altri casi, come per la clausura monastica, la dispensa alle uscite è gestita direttamente dal superiore della comunità.
In ogni caso, dopo il Concilio Vaticano II, sono cambiate molte cose in merito alla clausura, con una riscoperta del suo senso più genuino, per cui ci è possibile uscire per cure mediche o per qualsiasi altra necessità del monastero che non possa essere risolta diversamente e incontrare in parlatorio i nostri ospiti "faccia a faccia", pur nella separazione posta in essere dal divisorio.

La clausura, che innanzitutto prevede che nessun estraneo alla comunità possa entrare in monastero, è per una separazione fisica dal mondo che permetta un maggior raccoglimento senza dispersioni e distrazioni futili, per potersi dedicare interamente a Dio e dunque un aiuto alla realizzazione della forma di vita che abbiamo volontariamente abbracciato. E' rifiuto del mondo nei suoi aspetti dispersivi e dannosi per ciascun essere umano, non rifiuto verso le più autentiche istanze del cuore dell'uomo e della sua vita terrena.

Nel nostro monastero non abbiamo tolto le antiche grate di cui i parlatori e la Chiesa erano dotati, e che anticamente venivano velati per impedire che le monache fossero anche solo viste da lontano, ma le abbiamo trasformate in modo che all'occorrenza possano essere aperte e dunque non essere un ostacolo al rapporto - anche visivo - con l'ospite. Perché lo spirito del Concilio Vaticano II ci ha fatto riscoprire con più forza l'aspetto della fraternità e carità verso gli altri come strumento d'elezione per la nostra conversione: «Qualunque cosa avrete fatto a uno di questi piccoli, l'avrete fatta a me».

Così siamo disponibili a brevi incontri con gruppi e con persone che nella loro fede cercano un rapporto più forte con la dimensione contemplativa.
Le ultime sollecitazioni del Papa all'uso di internet e degli attuali strumenti di comunicazione ci consentono oggi di essere presenti e incontrabili in una realtà, come quella della rete di internet, dove spesso imperano lo smarrimento e la solitudine del singolo: da qui la scelta di avere un sito web e un blog per incontrare più facilmente i fratelli e le sorelle "nel mondo", con tutte le loro domande e richieste.

Torna su
torna su

In preparazione

In preparazione

In preparazione

In preparazione

Torna su
torna su

Ricerca

  CERCA  

Newsletter

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci indirizzo email

Link alternativo

La Federazione

Liguria Piemonte Val d'Aosta Sardegna Lombardia Trentino Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia

cliccando sulle regioni viene visualizzata la lista dei relativi monasteri

 

Appuntamenti

Per visualizzare il calendario in grande formato clicca qui